In pompa magna

In pompa magna
Due settimane fa abbiamo visto l’Under18 di mister Gurrieri affrontare la Fiamma Cibali, una squadra molto quadrata, una squadra con cui i paduini hanno perso ma non perché non erano in grado di tenere loro testa ma perché il fattore psicologico ha prevalso nella loro mente.

Questa settimana il XV biancoazzurro si sta preparando ad affrontare il primo derby di stagione. Il Padua e l’Audax si scontreranno, sempre nel pieno del rispetto reciproco, al campo di Via della Costituzione alle ore 11. Una partita che, a detta di molti, sarà indimenticabile ma soprattutto imperdibile.

Cosa state cercando di perfezionare? Come vi state preparando? “Stiamo lavorando abbastanza bene. Abbiamo capito gli errori fatti nelle tre settimane precedenti. Stiamo facendo di tutto per recuperare e non cadere nelle stesse problematiche. Stiamo cambiando delle cose in mischia”, ci racconta coach Gurrieri.

I ragazzi sentono la pressione sulle spalle? “Stranamente non la stiamo sentendo perché siamo più preoccupati nel riprendere le fila del nostro discorso che pensare al derby o alla partita che verrà. Vogliamo vedere se ci sono stati dei miglioramenti rispetto alla scarsa prestazione contro la Fiamma”.

Che avversari incontrerete? “Lo dice la classifica. Sono due punti dietro noi, quindi siamo allo stesso livello”.

Come la vede questa partita? “Penso sarà una partita come quella vissuta a Catania. Speriamo solo di non viverla allo stesso modo e di giocarla molto meglio. Ormai partite facili non ce ne sono! Sia questi avversari che i prossimi saranno molto tosti, siamo tutti a pari punti, da qui in avanti si vedrà chi sarà la squadra a poter ambire ai play-off”.

Lei come si sente? “Io mi sto preparando come i ragazzi. Stiamo solo pensando a migliorare il nostro gioco e di correggere le lacune e carenze avute precedentemente”.

Obiettivi? “Rimangono sempre gli stessi. Ci siamo guardati in faccia e quello che ci siamo ripromessi di fare ad inizio campionato lo vogliamo portare fino in fondo. Non ci resta che lavorare duro, c’è molto altro da fare e da progredire. Speriamo che tutto l’impegno che ci stiamo mettendo, soprattutto per i ragazzi, porti a risultati positivi”.

Agli obiettivi da centrare ci si pensarà a fine campionato, adesso si punta alla partita nella sua complessità. Come dice il coach: “ogni partita è diversa”, quindi ognuna di esse ha delle caratteristiche diverse l’una dall’altra. Il derby è solo un’altra partita che deve essere vissuta nella piena tranquillità. I ragazzi faranno del loro meglio per controllare il fattore psicologico e rendere il più possibile. Non ci rimane altro che aspettare il fischio d’inizio.

Print Friendly, PDF & Email

Author Description

Federica Tribastone

No comments yet.

Join the Conversation